Novacolor si distingue tra i protagonisti del mercato #Colore per una spiccata attenzione nei confronti  di temi legati alla salvaguardia della salute delle persone, e della sostenibilità ambientale. Massimiliano Datola, Direttore Commerciale dell’azienda, risponde alle domande della rubrica #ColoreSalubre.

Oggi il mercato chiede sempre maggiore attenzione riguardo a svariati temi che preoccupano per la salute delle persone: come affronta NOVACOLOR i temi più discussi del mercato ? Parliamo di COV, formaldeide, muffe, ecc..

Novacolor, da oltre 20 anni, ha deciso di bandire l’utilizzo di qualsiasi solvente, per poi lavorare in maniera decisa alla riduzione di COV e Formaldeide con scelte pesanti che ovviamente incidono anche sui costi.

Nel 2018 si è deciso di inserire in alcuni materiali di eccellenza quali Africa, Patina Minerale e Puro_Titanium & VOC free, resine derivate da bio-masse, seguendo le linee guida del Mass Balance Approach firmato BASF. L’utilizzo delle biomasse, ovvero materiale di tipo biologico come scarti di attività agricole, costituisce una novità nella produzione di vernici e pitture decorative perché permette ai consumatori di cambiare le proprie abitudini d’acquisto, propendendo per materiali amici dell’ambiente, senza rinunciare alla qualità. Questa tecnologia permette di contenere il “carbon footprint”, ovvero la CO2 prodotta ed emessa nell’atmosfera. Un passaggio importante che verrà esteso a tutta la linea di finiture metallizzate entro il 2019 per rispondere alle richieste di mercati più sensibili a questa tematica come quello americano e del Far East.

Come la vostra azienda ha risposto all’appello globale che chiede maggiore attenzione al rispetto dell’ambiente?

Da oltre 35 anni Novacolor è il brand italiano sinonimo di eleganza, creatività e coraggio nell’innovare il settore dei decorativi. Non a caso, la color boutique di Forlì è il punto di riferimento di architetti, color designer e decoratori in oltre 50 Paesi del mondo. Un mondo in cui per Novacolor l’architettura ha un ruolo prioritario non solo come strumento di bellezza, ma anche come portatrice di progresso spirituale per l’uomo, di armonia e rispetto dell’ambiente e, di conseguenza, di salute e benessere per i singoli.

La visione aziendale, infatti, sposa un nuovo umanesimo in cui il progresso e la tecnica sono al servizio di un modo consapevole e naturale di intendere, creare e vivere gli spazi: altissima qualità dei materiali e artigianalità nella loro applicazione si fondono per creare con abilità sartoriale ambienti salubri e sicuri.

Esistono prodotti in casa Novacolor che puntano alla risoluzione del problema della salute strizzando l’occhio al rispetto dell’ambiente?

Novacolor ha  introdotto una linea di prodotti “mangia-formaldeide” – tra cui CalceCruda, CalceCruda Intonachino, Patina Minerale, Africa e Puro_Titanium & VOC free – in grado di ridurre sensibilmente la concentrazione di formaldeide eventualmente presente nell’aria ambientale. L’efficacia di questa proprietà “mangia-formaldeide” è testata secondo la specifica norma ISO 16000-23.

La volontà del gruppo San Marco, di cui Novacolor fa parte dal 2009, è quella di realizzare un progetto compiuto di sostenibilità, che coinvolga prodotti, imballi, utilizzo di materiali da riciclo e ovviamente certificazioni. Non a caso quest’anno Novacolor otterrà anche la certificazione ISO 14000, che definisce una serie di standard internazionali per quanto riguarda la gestione ambientale in ambito aziendale. Inoltre, Novacolor, è la prima azienda in Italia e la prima a livello mondiale nel segmento alta decorazione, ad ottenere la certificazione REDcert², un attestato importante nel settore industriale dedicato a chi ha scelto di investire in modo significativo in materie prime sostenibili.

novacolor

Si tratta quindi di un percorso a step, che parte dalla produzione di finiture minerali e all’acqua, per arrivare alla riduzione importante di sostanze volatili e quindi alla bio-massa che ci consente di formulare prodotti organici come Puro_Titanium & Voc Free, la pittura minerale ai silicati ‘mangia-formaldeide’ e priva di titanio lanciata lo scorso anno.

Novacolor è ancora all’inizio di questo cammino: l’obiettivo, nel lungo periodo, è quello di trasformare tutti i processi aziendali in ottica di sostenibilità reale e certificata.