Ogni quanto si dovrebbe imbiancare casa?

imbiancare casa

Quante volte ci capita di entrare in case con i muri bianchi che tendono ormai al grigio? Quante volte ci invitano a cena amici e parenti e ci ritroviamo avvolti aloni scuri negli angoli? Quanti anni passano prima di rivedere alcuni clienti a cui avevamo ridato colore alla casa? Forse è l'ora di dare il colore!!

Spesso l’imbiancatura della casa è considerata opera straordinaria, e soprattutto non urgente. Non è così!

Imbiancare casa, e in particolare gli interni, è un lavoro di manutenzione ordinaria, che andrebbe ripetuta periodicamente senza far passare troppo tempo. In questo articolo qualche dritta su come pianificare in maniera efficace l'imbiancatura degli interni delle nostre case, scegliendo anche i periodi migliori per ridare il colore e per affidarsi a dei veri professionisti.

La cosiddetta "rinfrescata alle pareti" andrebbe fatta, anche per motivi di igiene e di mantenimento di superfici luminose e brillanti, almeno ogni 4-5 anni. Si tratta comunque di un arco temporale lungo che può essere modificato enormemente da una serie di variabili. La prima è costituita dalle semplici abitudini personali: l’imbiancatura si effettua per avere una casa in ordine e pulita, c’è chi preferisce farlo ogni 2-3 anni, e chi invece preferisce attendere di più. Inoltre ci sono alcune stanze della casa che tendono a deteriorarsi più rapidamente, come ad esempio la cucina o il bagno. Alcune zone della casa invece, proprio perché considerate il manifesto creativo della propria casa, possono subire cambiamenti repentini, che addirittura prevedono un cambio colore annuale! Si tratta in particolare del salotto, sul quale se si applica uno o più colori, può diventare un vero e proprio ambiente di home-design.

Quando imbiancare casa?

Il periodo migliore in cui ridipingere casa è sicuramente la bella stagione: da maggio fino a settembre. Durante questi mesi infatti la temperatura è ottimale ed è possibile mantenere aperte le finestre anche per l’intera giornata: questo favorisce l’asciugatura della pittura e fa fuoriuscire i cattivi odori dei prodotti utilizzati. In alcuni casi tuttavia il caldo non è il migliore complice dell'imbiancatura. Infatti se eccessivo potrebbe causare un'asciugatura troppo veloce e diminuire le prestazioni del prodotto. Durante l’autunno e l’inverno invece il clima tende ad essere eccessivamente freddo, cosa che impedisce alla pittura di asciugare nei giusti tempi. Certo è che gli imbianchini, che pure lavorano tutto l’anno, durante i mesi freddi risultano più disponibili e reperibili. Imbiancare casa nella stagione fredda quindi permette sicuramente di trovare professionisti abili che invece nei mesi caldi sono saturi di lavoro. Il compromesso è semplice: basta sfruttare il riscaldamento della casa per accelerare i tempi di asciugatura e mettersi il cuore in pace: imbiancare casa a gennaio è possibile, gli imbianchini sono più disponibili, ma per qualche giorno la casa sarà un pò freddina e la bolletta del riscaldamento un pò più alta del solito!